CAS - Manoppello

Il Centro è stato ufficialmente aperto in data 02/09/2017, e attualmente accoglie n. 50 beneficiari.

La struttura situata in una zona residenziale di Manoppello scalo è composta di n. 6 appartamenti, di cui n. 4 composti da due stanze letto, per un totale di n. 9 posti, un bagno ed una stanza ristoro; n. 2 appartamenti composti da due stanze letto, per un totale di n. 7 posti ed un bagno.

Manoppello scalo offre una posizione strategica per la sua vicinanza al casello autostradale e la zona residenziale in cui è collocato il centro si presenta tranquilla e sufficientemente accogliente. Inoltre dal centro sono facilmente raggiungibili a piedi sia la stazione dei treni che le fermate di autobus.

L’équipe del Centro è così strutturata:

–           2 operatori notturni

–           1 operatore dell’area sanitaria

–           1 operatore dell’area sociale

–           1 operatore dell’area legale

–           1 operatore dell’area psicologica

–           3 operatori tutor

–           1 insegnante

–           1 responsabile coordinatore

Gli altri spazi sono così composti:

  • Un appartamento suddiviso in: un ufficio, nel quale sono disposte varie scrivanie con computer, ad uso degli operatori referenti di area; un’infermeria ed un ufficio amministrativo.
  • Un appartamento suddiviso in: una stanza adibita alla attività scolastica e distribuzione pasti; un magazzino ed una sala riunioni.
  • N. 8 box garage
  • Giardino e spazi verdi esterni.

L’accoglienza

L’intero mese di settembre è stato caratterizzato da attività di accoglienza volte all’inserimento degli ospiti nella struttura illustrandone e descrivendone la regolamentazione interna. Sono stati fissati alcuni incontri di educazione igienico – sanitaria e di educazione civica e fin da subito gli ospiti sono stati inseriti nelle classi di lingua italiana tenendo conto del livello di istruzione di ciascuno.

L’utenza si dimostra ricettiva e disponibile a seguire le indicazioni dell’équipe e rispettosa delle regole del centro.

Nel mese di settembre l’intera équipe si è impegnata nella programmazione e gestione delle attività lavorative concernenti le aree di riferimento. Il Responsabile garantisce il coordinamento di tutto il personale del Centro nonché intrattiene e gestisce i rapporti con le istituzioni esterne alla Cooperativa presenti sul territorio (Polizia, Prefettura, Questura, Scuole, Sanità, Comune e Associazioni).

Gli operatori sociali, che lavorano su turni e garantiscono la presenza h 24, gestiscono il rapporto con l’utenza, occupandosi di accogliere, gestire, mediare e contenere le richieste degli ospiti monitorando l’andamento del Centro e segnalando criticità e vulnerabilità rilevate.

Fondamentale per il coordinamento dell’equipe sono state le riunioni mensili dove i referenti degli ambiti legale, sociale, sanitario, psicologico, scolastico, logistico e l’equipe tutta (a seconda degli argomenti trattati e degli obiettivi da raggiungere) hanno programmato il lavoro in base ai  seguenti punti:

  • Programmazione e pianificazione gli interventi;
  • verifica e condivisione dei limiti e delle risorse del gruppo;
  • verifica del lavoro svolto;
  • condivisione di eventuali criticità;
  • condivisione dei risultati raggiunti;
  • condivisione di eventuali iniziative progettuali;
  • utilizzo di una presa in carico globale dei singoli beneficiari.

Servizi in favore dei beneficiari

La Carta dei Servizi del CAS Manoppello prevede interventi di vario tipo che coinvolgono in modo trasversale l’area sanitaria, l’area legale, l’area sociale, l’area psicologica e quella scolastica.

I Servizi di tipo Sanitario interessano lo screening medico all’accoglienza, gestito in collaborazione con il Servizio Immigrati della ASL di Pescara, colloqui individuali con gli ospiti per rilevare necessità primarie a carattere medico, la programmazione di visite mediche nel Distretto Sanitario di Base locale, la programmazione di Screening Infettivologici relativi alle patologie respiratorie e alle malattie sessualmente trasmissibili ad alto rischio per la persona, la gestione delle procedure d’iscrizione al Sistema Sanitario Nazionale e l’individuazione di un medico di base sul territorio per assistenza e cure nonché la distribuzione e somministrazione di medicinali ad hoc.

Per quanto riguarda l’Area Legale, viene svolta un’informativa generale nella fase appena successiva all’accoglienza nella quale sono condivisi i passaggi principali del percorso giudiziario a loro carico, vengono programmati colloqui individuali all’interno dei quali il richiedente asilo viene preparato alla Commissione Territoriale e invitato a produrre documentazione pertinente alla storia migratoria al fine del Riconoscimento di Protezione Internazionale, o per eventuale ricorso in appello, vengono inoltre effettuate attività di intermediazione tra le comunicazioni della Questura di Pescara e i relativi destinatari.

Per quanto riguarda l’Area Sociale, viene svolta un’attività di rilevamento delle competenze professionali e educative-scolastiche in base alle quali i beneficiari sono inseriti in attività progettuali di orientamento al lavoro e formazione professionale, percorsi di volontariato o lavorativi incentrati sulle caratteristiche della persona, interni o esterni al centro di accoglienza. Vengono organizzati laboratori di diverso tipo (musicale, creativo, pratico-.manuale) e attività di orientamento ai servizi principali presenti sul territorio.

Per quanto riguarda le attività educative, in particolare l’Area Scolastica si occupa di fornire agli ospiti i principali rudimenti della lingua italiana e di sviluppare un percorso di apprendimenti diversificato a seconda dei bisogni educativi, integrandolo anche con un Servizio esterno al centro attraverso la collaborazione con il CPIA locale per una integrazione scolastica avanzata.

Per quanto riguarda la presa in carico degli accolti da un punto di vista psicologico ed emotivo, l’Area Psicologica si occupa di individuare quali beneficiari sono a rischio di sviluppo di patologie mentali, che manifestano particolari difficoltà di adattamento o adesione al progetto di accoglienza. L’attività è svolta attraverso la comunicazione inter-area, colloqui psicologici individuali e una progettazione specifica di tipo laboratoriale. I soggetti sono assistiti in programmi individualizzati che possono essere di tipo multidisciplinare e in collaborazione con Asl, Enti locali e Associazioni No Profit che si occupano di trauma e di sofferenza mentale nella popolazione migrante.

Per quanto riguarda altri servizi essenziali a favore dei beneficiari, l’organizzazione del centro di accoglienza prevede l’erogazione quotidiana di pasti caldi monoporzionati, preparati e consegnati da SGM srls di Francavilla al Mare, la consegna di effetti letterecci e, settimanalmente, di biancheria da letto pulita, la distribuzione mensile di un kit igienico personale e del pocket money consistente in euro 2,50 per presenza giornaliera.

Mensilmente vengono predisposte riunioni plenarie attraverso il supporto di mediatori linguistico-culturali, in cui l’equipe e i beneficiari si confrontano e condividono le specifiche del progetto di accoglienza, informazioni inerenti al regolamento interno e alle buone prassi per la vita nella comunità, al fine di una buona integrazione socio-culturale.

Telefono e Fax

TEL.

Indirizzo

VIA COLLE FALCO 34

Etnie Prevalenti

  • Gambia
  • Senegal
  • Mali
  • Somalia
  • Pakistan
Iscrivi alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sugli ultimi avvenimenti e news
Rispettiamo la tua privacy e lo spam non piace nemmeno a noi.