Chi Siamo

eta beta...l'isola degli uomini liberi

La cooperativa sociale Eta Beta, nasce il 18 ottobre del 2011 con lo scopo di:
Rispondere al bisogno di socializzazione, lavoro e affermazione individuale di persone svantaggiate, nella convinzione che il lavoro è per ognuno un diritto e una libertà irrinunciabili e che tutti – comunque – hanno diritto di vivere con dignità il proprio tempo;
Concorrere con le istituzioni e la comunità all’affermazione dei diritti delle persone svantaggiate;
Costruire occasioni di eque opportunità e diffondere e sviluppare la cultura della solidarietà;
Produrre anche autonomamente nuove iniziative ed essere sempre più una realtà radicata nel territorio, anche interagendo con la comunità locale;
Essere a tutti gli effetti un’impresa cooperativa fortemente partecipata, che produce ricchezza per la società, cercando di offrire i migliori prodotti e servizi ai clienti, agli utenti e alle loro famiglie;
Mirare alla solidità patrimoniale, all’innovazione, al miglioramento dell’organizzazione e della produttività, nonché delle condizioni professionali e di lavoro, stimolando il senso di responsabilità e di appartenenza alla Cooperativa;
Collaborare e integrarsi con le altre cooperative, per creare nuove opportunità di lavoro, per rafforzare la cooperazione nel mercato e svilupparne il ruolo sociale;
La cooperativa Eta Beta si ispira ai principi che sono alla base del movimento cooperativo mondiale ed in rapporto ad essi agisce.

L'impegno

L’associazione è impegnata:

  • nella realizzazione di servizi alla persona e alla famiglia per l’empowerment di ogni cittadino/utente;
  • nell’attivazione dei processi di socializzazione e di inclusione delle persone con svantaggio sociale;
  • nella realizzazione di interventi di prevenzione del disagio.

I Progetti

  • E’ partito nel Lazio il ‘Progetto Rete’, seconda edizione dell’iniziativa proposta dalla FIGC dedicata all’integrazione dei minori rifugiati attraverso il gioco del calcio.”
  • Progetto Espar‘, nasce dall’incontro tra cinque giovani richiedenti asilo di diversa nazionalità e ospiti di due centri s.p.r.a.r. gestiti dalla cooperativa Eta Beta e dall’incontro con il Casale del Podere Rosa dove in precedenza uno di loro aveva frequentato un corso di cucito

La Vision

La diffusione di una cultura della accoglienza e della solidarietà, della partecipazione attiva dei cittadini attraverso la condivisione di valori, l’accettazione della diversità e la non discriminazione sono valori fondanti che ispirano ogni attività svolta e ogni visione progettuale.

CAS - Centri Accoglienza Straorinaria

Sono immaginati al fine di sopperire alla mancanza di posti nelle strutture ordinarie di accoglienza o nei servizi predisposti dagli enti locali, in caso di arrivi consistenti e ravvicinati di richiedenti. I nostri CAS:

La Mission

La cooperativa è un soggetto attivo che partecipa, in collaborazione con gli Enti Locali, le Istituzioni, il no-profit, alla costruzione del benessere della comunità partecipando ai processi di inclusione sociale attraverso l’integrazione, la progettazione, la promozione di servizi ed iniziative a beneficio dei cittadini appartenenti anche, e soprattutto alle fasce svantaggiate.

La solidarietà

La centralità dell’utente finale, il rispetto dell’operatore e la cura di una relazione sana tra operatori e utenti sono i modelli di intervento innovativi, sempre più rispondenti al bisogno sociale, che si interrogano sulla concreta utilità sociale e sulle esigenze non sempre evidenti, e a volte non comunicate, di ogni attore coinvolto.

Il legame con il territorio

Collaborare e integrarsi con le altre cooperative, per creare nuove opportunità di lavoro, per rafforzare la cooperazione nel mercato e svilupparne il ruolo sociale.

Riuscire a costruire una rete territoriale collaborativa e funzionale con le amministrazioni per aumentare quel senso civico e morale scomparso da tempo.

La democraticità

Il modo di comportarsi improntato alla convinzione della uguaglianza universale degli uomini ha come cardine fondamentale il rispetto per tutti e sopratutto per i più bisognosi senza distinzione di razza, religione o paese di provenienza!
In Italia prosegue la polemica sulle Ong mentre in mare continuano a partire i barconi di migranti che cercano disperatamente di raggiungere l'Europa. Solo nel 2017, tra Italia, Spagna e Grecia, sono arrivate 43.357 persone. Tutti i numeri delle migrazioni nel Mediterraneo
43.357
I migranti arrivati dal Mediterraneo
36.851
I migranti arrivati in Italia
1.633
I migranti morti nel mondo
4.694
I migranti arrivati in Grecia
Iscrivi alla nostra Newsletter
Resta aggiornato sugli ultimi avvenimenti e news
Rispettiamo la tua privacy e lo spam non piace nemmeno a noi.